Youyou Tu-Il futuro della medicina è nelle tradizioni?

W020110925193934314432

Un anziano signore cinese, in un tempio a pagoda a Pechino, sta sussurrando frasi e nel frattempo compie movimenti alquanto interessanti -simili alla yoga che insegnano nella palestra vicino casa mia, svuotata di quel mistero che ne è invece  la linfa vitale in Cina-. Esistono nella tradizione cinese cure a base di erbe, di massaggi che trovano i suoi fondamenti nella filosofia orientale basata principalmente sull’armonia con la natura, come il taoismo e il confucianesimo. Ogni malattia, secondo tali teorie, è la perturbazione di un equilibrio di forze interiori, che regolano l’intero universo. Ebbene se sei in Cina e hai l’asma un maestro taoista volentieri ti offrirà una zuppa, una caramella o una crema a base di Ephedra sinica, se invece devi debellare qualche parassita o qualche tossina, allora verrai accontentato con una miscela di xionghuang (realgar rosso).

Youyou Tu conosce bene queste terapie tradizionali, ne è a tutti gli effetti una vera e propria esperta, e forse vi stupirà saper che proprio lei quest’anno ha vinto il premio Nobel.

La scienza occidente si sta aprendo all’approccio orientale della natura? No, la conclusione non è così banale; ma piuttosto è da trovare in quello che Marta Hadson, insegnante australiana di storia di medicina, chiama bilinguismo medico. Con questo termine si intende l’intelligente approccio di Tu nei confronti della scienza. la medicina cinese, se svuotata di tutto quel mondo meraviglioso e affascinante, legato al concetto di Qi e Tao al rapporto tra Yin Yang,ai cinque elementi e alle fasi dei meridiani che ne costituiscono la vera essenza, diventa una fonte per la scienza occidentale per soluzioni e nuovi farmaci a numerose malattie.

Questo è proprio ciò che ha fatto Youyou Tu, dall’erba cinese Artemisia annua ha estratto il principio attivo, cioè l’artemisinina un rimedio contro la malaria alternativo alla clorochina che già negli anni sessanta era risultato inefficace. Una scoperta da Nobel che si basa sullo studio empirico delle cure tradizionali cinese considerate fino ad adesso niente più che inutili dalla comunità scientifica occidentale.

Vi è piaciuto l’articolo?Condividetelo e continuate a seguirci!

Carolina

Il mio nome è carolina Bussotti, sono una ragazza che adora vivere nella società e essere sempre aggiornata circa il mondo circostante. Scrivere articoli di scienza mi dà la possibilità di condividere due mie grandi passioni la scienza e il giornalismo.

Condividi su