Unturned: come sopravvivere agli zombie

Unturned

Ti svegli lentamente, ti fa male la testa e ti senti un po’ stordito. Ti guardi intorno: a pochi passi da te scorrono placide le acque di un fiume, sei circondato da verdi colline erbose e piante. Cosa ancora più strana sei nudo… forse hai esagerato con l’alcol allo spring break ma non sai dove sei e perché. Ricominci a guardarti intorno in cerca di una direzione da prendere e noti una piccola capanna di pescatori più a valle, lungo il fiume. Dopo pochi minuti hai già raggiunto la tua destinazione, appollaiato dietro una siepe stai osservando due uomini in piedi, immobili, che guardano il terreno, sembrano grugnire di tanto in tanto. La cosa non ti convince ma hai bisogno di vestirti e mangiare, con cautela esci dal tuo riparo e li saluti amichevolmente per attirare la loro attenzione. I due pescatori si girano verso di te e iniziano a correrti incontro con fare famelico, sì sono zombie e se questa è la tua prima partita ad Unturned probabilmente sei già morto!

Se gli zombie non ti hanno già mangiato la faccia e riesci ad accumulare un discreto equipaggiamento per sopravvivere in questo pericoloso mondo probabilmente prima o poi te la dovrai vedere con qualche altro giocatore pronto a saccheggiare il tuo cadavere.

Con questi paragrafi iniziali ho cercato di riassumere quelle che sono state le mie prime esperienze su Unturned, un gioco affascinante proprio perché spietato. L’unico scopo infatti è non morire: zombie, altri sopravvisuti, sete, fame, dissanguamento, radiazioni, freddo, annegamento sono le cose alle quali bisogna prestare attenzione. Tutti questi elementi, presentati nel gioco in maniera estremamente semplicistica ma divertente aiutano a creare un ambientazione in cui sopravvivere è difficile ed estremamente gratificante, se si è abbastanza bravi…

unturned personaggi articolisti

I personaggi di alcuni articolisti di Very Nerd People.

Il gioco viene pubblicato per la prima volta su steam nel 2014 con la classica formula ora tanto di moda “accesso anticipato” di fatti è ancora in via di sviluppo. Vi sono continui aggiornamenti che rendono il gameplay sempre più ricco e variegato aggiungendo armi, mappe, veicoli e nuovi tipi di zombie. Nonostante la sua incompletezza al momento è comunque molto soddisfacente e interessante, anche grazie al semplice ma efficace sistema di crafting.

Dalla prima volta che ci ho giocato, poco dopo la sua prima uscita, ad oggi si è evoluto in meglio di molto (da poco aggiunta anche la possibilità di vivere il gioco in realtà virtuale con Steam VR http://store.steampowered.com/steamvr) ma una cosa è rimasta praticamente invariata: La grafica. In realtà sotto questo profilo il gioco fa piuttosto schifo, è fin troppo semplicistica e lineare. Probabilmente è anche l’elemento che tiene lontano molti videogiocatori, però voglio spezzare una lancia a suo favore. Rimane comunque molto simpatica e la trovo estremamente rilassante. In realtà la adoro ma comprendo che non tutti si accontentano di una grafica così approssimativa.

E’ un gioco free to play, pesa veramente poco e ha requisiti di sistema molto bassi rendendolo il gioco perfetto da giocare con i propri amici. E’ infatti molto comune vedere piccoli gruppi di sopravvissuti muoversi insieme in questo spietato mondo… in fondo si sa, l’unione fa la forza. Vi posso assicurare che muoversi in solitaria in Unturned non è affatto conveniente, sia perché si è estremamente vulnerabili sia perché vi perdereste la maggior parte del divertimento e rischiate di stufarvi in fretta del gioco. Da soli infatti è facile annoiarsi.

unturned pg articolisti2

Un saluto, ci si vede in gioco 😉

Ci sono ancora alcuni bug piuttosto evidenti anche se non troppo pesanti, ed è difficile trovare un buon server nel quale giocare per i più svariati motivi (lag, admin prepotenti, poche/troppe persone per i propri gusti).

Concludendo vale la pena giocare ad Unturned? Bhè se così non fosse starei a scriverci sopra un ariticolo? Una volta trovato un buon compromesso tra il proprio stile di gioco e quello offerto dai server disponibili può offrirvi qualche ora di sano divertimento, in particolare se siete in buona compagnia. Poi è gratis, un tentativo non costa nulla.

Ti è piaciuto l’articolo o di tuo gradimento? Condividi questo articolo, e ti ricordiamo che puoi seguirci anche su Facebook per rimanere sempre aggiornato.

Condividi su