Tecnologia vs. montagne russe

montagne russe

Qui su Very Nerd People parliamo spesso di scoperte scientifiche e tecnologiche e di tutti i modi in cui possono migliorare la qualità della nostra vita; l’altro aspetto della tecnologia che però non dobbiamo dimenticare è il divertimento – meglio ancora se ecologico!
Moltissime delle innovazioni tecnologiche mirano a fornirci un intrattenimento di qualità sempre più alta attraverso telefoni, tablet, computer e accessori.
E le montagne russe?
Può sembrare strano, ma i lunapark sono uno di quei settori dove le nuove tecnologie stentano ad arrivare.
In quasi ogni parco giochi in cui vi troverete, difficilmente vedrete attrazioni alimentate da impianti sostanzialmente diversi rispetto a vent’anni fa (e scordatevi che siano a basso consumo energetico!).
Per i più coraggiosi fra voi lettori, ecco una breve presentazione delle montagne russe più tecnologiche al mondo:

Il vagone della “Formula rossa”, negli Emirati Arabi Uniti, che si lancia a tutta velocità sulle rotaie

1) La “Formula Rossa” al Ferrari World, Emirati Arabi Uniti, è il roller coaster più veloce al mondo: raggiunge la velocità di 240km/h in soli 5 secondi e si muove grazie ad un sistema di lancio idraulico… non sarà proprio eco-friendly, ma è sicuramente innovativo!

Tipica montagna russa 4D

2) In alcuni lunapark sparsi per il globo è possibile fare un giro sulle “montagne russe 4D”: no, non è come pensate, non c’è neanche un proiettore. Si viene semplicemente ruotati in tutte le direzioni grazie ad un particolare design del sedile (in pratica le quattro dimensioni si sperimentano sulla pelle). Oltre a non essere indicate per chi è debole di stomaco, queste attrazioni hanno necessitato di molto studio, molta fisica e materiali super resistenti.

Le montagne russe “ecologiche” di Washuzan Highland Park

3) Per chi si accontenta dell’altezza senza raggiungere forti velocità, ecco una montagna russa molto particolare! Al Washuzan Highland Park, a Okayama in Giappone, si trovano delle montagne russe uniche nel loro genere: si azionano pedalando. Ottime per chi vuole godersi il panorama sul mare e vuole digerire meglio il pranzo grazie a un po’ di sano sport. Dov’è la tecnologia?, direte voi. Beh, in questo caso si può proprio parlare di un ottimo modo per sfruttare energia rinnovabile e pulita!

Gli studenti del Liceo scientifico Marconi autori del progetto (foto e notizia tratta dal blog dela trasmissione radiofonica “moebius”)

4) Ed eccoci alla ciliegina sulla torta, il motivo per cui mi è venuto in mente di scrivere questo articolo.
Degli studenti del Liceo scientifico Marconi di Milano hanno sviluppato un’idea interessante:
studiando a computer l’attrito dell’aria sui vagoni delle montagne russe, hanno potuto osservare che a causa della velocità si formano dei “vortici d’aria” che rallentano la corsa.
I ragazzi hanno progettato dei nuovi vagoni più aerodinamici e con materiali più economici ma resistenti; inoltre, ridisegnando le curve delle rotaie, gli studenti hanno ottenuto un’attrazione molto più economica da costruire, più veloce e a basso consumo energetico!
E’ incredibile, ed è tutto rigorosamente “made in Italy”!
Speriamo che qualche grande parco divertimenti noti il progetto e decida presto di realizzarlo!
Per maggiori informazioni e per ascoltare gli studenti in podcast sul sito di radio24 cliccate qui.

E voi, avreste qualche proposta per svecchiare i lunapark o qualche nuova attrazione alimentata con energia pulita?

Ti è piaciuto l’articolo? È stato di tuo gradimento? Se sì condividilo e ricorda che puoi sempre seguirci anche su Facebook, per rimanere sempre aggiornato!

Dafù

Aspirante viaggiatrice dalle molteplici passioni, lavoro sognando il giorno in cui potrò tornare a Kyoto. Tra un libro e l’altro mi concedo di ascoltare un po’ di radio e di scrivere tanka sorseggiando tè verde.

Condividi su