Sword of the Stranger

sword-of-the-stranger-bluray720px264dts-yoroshiku-thora-mkv_snapshot_00-26-05_2010-12-25_00-54-12

 Sword of the Stranger è un film d’animazione uscito nel 2007, diretto da Masahiro Andou e prodotto dallo studio Bones. Per l’uscita questo lavoro, è stata fatta una forte campagna pubblicitaria, la presentazione del film dallo studio come l’unione dello stile di Akira Kurosawa e quello di Sergio Leone, e le varie lodi di registi come Hideaki Anno e Katsuhiro Otomo.

Le vicende si incentrano su un bambino di nome Kotaro, in fuga da una sconosciuta cerchia di persone. Con la sola compagnia del suo cane Tobimau, il giovane per sopravvivere è costretto a rubare quello che può, fino a quando non viene raggiunto da una piccola parte dei suoi inseguitori, di origini cinesi, che si sono alleati col Signore locale. A salvare il fondoschiena di Kotaro è un ronin, un samurai senza padrone, che viene coinvolto nello scontro. Senza nemmeno il bisogno di estrarre la sua katana dal fodero, il guerriero riesce a sgominare gli inseguitori, dando prova della sua abilità, ma non conquistando la fiducia di Kotaro, il quale è però costretto a chiedere il suo aiuto come guardia del corpo.

L’opera è ambientata nel pieno del medioevo giapponese, ma non aspettatevi un film storico. La trama si limita al piccolo cerchio che si è costruita intorno al bambino e al suo compagno di viaggi. Il lavoro degli sceneggiatori si è rivelato alquanto superficiale, principalmente nella caratterizzazione dei personaggi, che risultano piatti e stereotipati. Nonostante questo piccolo grande difetto, il punto di forza del film è nel comparto tecnico, i combattimenti sono fluidi e veloci, e gli scorci di paesaggio mostrati lasciano a bocca aperta.

Anche per oggi è tutto, vi lascio alla visione, e ci vediamo alla prossima puntata!

つづく

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo, e ti ricordiamo che puoi seguirci anche su Facebook per rimanere sempre aggiornato

Condividi su