Suicide Squad: i cattivi sono pessimi?

maxresdefault

Finalmente, dopo tanto parlare, è uscito nelle sale Suicide Squad, film del 2016 diretto da David Ayer sulla squadra di super cattivi con il compito di svolgere missioni suicide, come se la saranno cavata?

La trama del film è piuttosto semplice: Amanda Waller forma una squadra formata dai criminali più pericolosi al mondo per fermare quelle minacce che vanno oltre la loro portata e senza rivelare niente al mondo usando pedine sacrificabili e di cui nessuno sentirà la mancanza.

Parlare di questo Suicide Squad è difficile perchè le aspettative erano alte, tutti speravano di vedere un film fuori dalle righe e soprattutto speravano che questa fosse la pellicola che avrebbe fatto rivalutare il DC Extended Universe, ce l’avrà fatta? Non proprio. Il punto più debole di tutto il film è senza dubbio la trama; è banale, la si può trovare in un qualsiasi film di supereroi. Essa è solo un pretesto per mettere insieme la squadra di cattivi e mostrarli al grande pubblico, un pretesto per fare un film.

Il secondo punto abbastanza negativo è la sceneggiatura che, in alcuni frangenti, si rende ridicola con frasi e momenti stupidi. Ci sono due scene in particolare che rendono meglio nei trailer, molto meglio e questo è davvero un peccato. L’ironia c’è, è stata inserita per alleggerire il tono ma, in questo modo, ha snaturato alcuni personaggi facendo dire loro battute evitabili.

Abbiamo il montaggio, non sempre all’altezza, specialmente nella prima parte in cui le scene sono montate male rendendo difficile allo spettatore capire cosa sta succedendo e avere la cognizione del tempo passato all’interno del film; l’oggi e il domani vengono mostrati insieme in una sequenza di scene facendo sembrare che tutto avvenga nello stesso istante. Personalmente mi sono chiesto “Ma come è possibile una cosa del genere?”, la stessa cosa è accaduta a Batman V Superman.

suicide-squad-assembled

Si sa, però, la pellicola non è stata costruita per la storia o per chissà quale obiettivo, bensì è stata fatta per presentare e mettere in scena i personaggi, i cattivi che sono il cuore pulsante di tutto il film, ciò che spinge lo spettatore a guardarlo. Ogni attore ha dato un ottima prova delle proprie capacità.

Harley Quinn è colei che ruba la scena a tutti, pazza, fuori di testa, sexy, provocante, tutto ciò che ci si aspetterebbe da lei e in questo Margot Robbie è stata formidabile. Deadshot interpretato da Will Smith, il secondo miglior personaggio del film, interpretato ottimamente e con un approfondimento psicologico calibrato e ben dosato oltre a una vena ironica che non disturba. El Diablo è la vera sorpresa; inizialmente lasciato in disparte, da il meglio di se durante la seconda parte di film lasciando lo spettatore a bocca aperta. Incantatrice, interpretata da Cara Delevingne, è stata a dir poco formidabile; non è approfondita molto e i motivo per cui fa quello che fa sono abbastanza banali ma la resa scenica è superba e suggestiva, da lasciare a bocca aperta chi la guarda. Un punto dolente sono gli altri componenti del gruppo, lasciati troppo da parte; capitan boomerang ha il ruolo di spalla comica, senza mai esagerare, ma non viene approfondito. Killer croc è la bestia e si comporta da bestia ma niente di più e forse è il personaggio che si rimpiange di più, poco sfruttato, poche battute di cui alcune frivole ed evitabili. Katana stessa cosa, poco approfondita e lasciata in disparte.

Tra tutti i personaggi quello che ha più fatto parlare di se è il Joker di Jared Leto. Si vede poco nel film avendo un ruolo di sfondo e non fondamentale ai fini della trama ma viene usato per la storia d’amore tra lui e Harley. In questa prima visione ci viene dato un Joker gangster che ricalca quello di Jack Nicholson ma più moderno, è pazzo ma non abbastanza da farcelo temere. Non convince a pieno anche se Jared Leto ha dato l’anima e si vede tantissimo ma forse va apportata qualche miglioria per poterlo rendere perfetto.

Gli effetti speciali sono decisamente ottimi, lasciano a bocca aperta lo spettatore in ogni momento e sono anche ben dosati senza un uso eccessivo. La colonna sonora è un altra colonna portante del film; accompagna la squadra durante tutta l’avventura, sempre giusta e azzeccata in ogni scena.

Per concludere, cosa si può dire di questo Suicide Squad? E’ un film tamarro, pieno di azione e un po’ di umorismo per smorzare i toni ma la storia è banale, la sceneggiatura a volta fa acqua, il montaggio non è dei migliori e i cattivi non sono sempre cattivi; andando avanti sembra di assistere a una squadra di supereroi e non di super cattivi, forse dovevano osare di più. Infine, secondo il mio parere, è una pellicola che va vista in lingua originale per goderla a pieno perchè il doppiaggio non rende giustizia.

Se dovessi dargli un voto sarebbe 6/10

suicide-squad-trailer-00

Se l’articolo vi è piaciuto vi invito a condividerlo e a commentare nello spazio sottostante per aprire un dibattito sull’argomento. Inoltre vi ricordo che potete trovarci anche su Facebook  e su Twitter per restare sempre aggiornati.

 

Condividi su