Stranger Things 2 – Data e curiosità

Stranger Things.
Un ottimo successo di Netflix, con un buon contorno (contorno? Siamo sicuri?) GDRistico che fa sorridere i nerd da “carta & penna” e magari incuriosisce gli altri, avvicinandoli al gioco di ruolo cartaceo.
Certo, alla fine della prima stagione il successo era talmente tanto, che un finale così aperto non poteva certo essere il finale della serie, ma questo lo sapevamo già, dal momento che il primo teaser (QUI) è uscito da un pezzo, durante il super bowl, e già ne avevamo parlato in in altro articolo (QUI), tuttavia non avevano ancora comunicato una data.
Oggi, finalmente, la sappiamo. Alle 16 di martedì 11 luglio ce l’hanno comunicata, con un altro teaser.
La seconda stagione uscirà infatti sotto Halloween, il 27 ottobre.
Data annunciata col secondo teaser pubblicato su FaceBook (QUI), e che dire, ottimo.
Gli interrogativi fioccano, e Netflix è sempre più misteriosa… O forse no?
Già, perché dal primo teaser, possiamo aspettarci, ipotizzare e ricavare qualcosa. Questo proprio grazie al “contorno”.
Il gioco di ruolo Dungeons & Dragons ha preso per la mano i ragazzi, ma anche gli spettatori, durante la prima serie, aiutandoli a capire gli eventi che accadevano intorno a loro grazie a semplici parallelismi, portandoli a concepire subito concetti come gli universi paralleli, solo perché loro gli avevano giocati.
Ma potrebbe fornirci in anteprima, a noi spettatori, un assaggio di quello che potrebbe essere il mostro della seconda stagione.
Riprendiamo in mano, o meglio, sott’occhio, il primo teaser.
A 0:17 salta subito all’occhio il disegno col mostro, ma quello che molti non notano è in alto a destra.

Lo vedete? Al centro del cerchio?
Quella è sicuramente carta stampata, non certo la scrittura di una persona.
Anche i giocatori di D&D cartaceo più esperti potrebbero ritrovarsi con un punto interrogativo stampato in faccia, pensando semplicemente a qualche manuale.
Non del tutto a torto, infatti è un manuale, ma non uno qualsiasi, uno particolare.
Si parla infatti dell’avventura di Ravenloft, un modulo particolare con un’ambientazione particolare.
Scritto da Tracy Hickman e Laura Curtis, e pubblicato proprio nel 1983.
Per la prima volta viene pubblicata un’ambientazione dai temi gotici, e in questa ambientazione esiste un mostro iconico, come lo era il Demogorgone per le prime ambientazioni di D&D, ovvero il Guardian of Sorrow.
Una torre vivente capace di animare gli oggetti al suo interno, e intorno ad essa, per uccidere i giocatori.

Potrebbe essere il Guardian of Sorrow l’ispirazione per questo nuovo mostro?
Alla fine nel disegno vediamo una figura gigantesca, alta come una torre, piena di tentacoli, esattamente come il mostro di Ravenloft, potrebbe prendere e controllare varie armi o oggetti intorno a lui.
Inoltre la nebbia, presente sia nel poster pubblicato sulla pagina FaceBook che nel disegno stesso, caratteristiche dell’ambientazione cupa a tema Horror di Ravenloft.
Magari la pagina di Netflix si lascerà scappare qualche altra anticipazione.
In ogni caso, il 27 ottobre non è così lontano.

 

sani100

Salve! Sono un appassionato di lol, gdr e giochi da tavolo, e condividerò con voi i miei interessi!

Condividi su