Recensione: The Lighthouse

The Lighthouse

The Lighthouse è un film del 2019 scritto dai fratelli Eggers e diretto dallo stesso Robert Eggers. Rilasciato in edizione home video dalla Universal Pictures Home Entertainment a inizio novembre 2020, è ora disponibile sia in DVD che in Blu-Ray. 

Un thriller intenso che ci immerge in un’atmosfera di fine ottocento, tra le onde e la follia che circondano un solitario faro nei mari del New England. I protagonisti sono il giovane Ephraim Winslow ed il vecchio Thomas Wake, rispettivamente interpretati magistralmente da Robert Pattinson e Willem Dafoe. I due guardiani del faro dovranno restare da soli su una minuscola isola per un mese, badando alla manutenzione della torre e della luce. Il giovane Ephraim è alla prima esperienza, capisce subito che il vecchio ed esperto Thomas non è una persona piacevole con cui lavorare e condividere ogni singolo minuto di ogni giorno, ma un duro lavoro dopo l’altro il compito sembra giungere al suo termine. 

Ma è proprio quando si arriva a questo punto che la storia cambia, trasformandosi in un tumultuoso viaggio nella mente spezzata di due uomini abbandonati a loro stessi. I misteriosi segreti custoditi dal burbero Thomas diventano un’ossessione, sia per Ephraim che per lo spettatore. L’odio e l’amore che scorre fra i due protagonisti esplode e si ritira in continuazione, come il mare in tempesta fa sulla costa dell’isola sperduta. Più il tempo passa e più la sanità mentale dei due guardiani viene meno, distruggendone l’integrità e stravolgendo qualsiasi regolamento autoimposto. 

Questo film sembra figlio di un’altra epoca, grazie anche alle scelte del visionario regista Robert Eggers, già conosciuto per l’acclamato horror The Witch. L’intera pellicola è stata girata in bianco e nero in 35 mm, quindi viene proposta in 4:3. Questa idea geniale riesce, tornado al passato, a dare una potenza incredibile ad un film moderno. Le luci, le ombre e la fotografia in generale hanno un ruolo fondamentale nel rappresentare sia la claustrofobica ambientazione che nel dare espressività ai volti scuri dei protagonisti. Comparto sonoro eccellente sia nei fastisioni rumori assordanti della sala macchine che nelle musiche distopiche che incalzano durante la tempesta. 

I due attori coinvolti sono semplicemente perfetti. Willem Dafoe è sporco e grezzo, riesce a dare immediatamente l’idea di “vecchio bastardo” che identifica esattamente il suo personaggio. Robert Pattinson sta trovando il suo posto ad Hollywood, andando oltre il suo passato, riuscendo a creare personaggi sempre più sfaccettati e profondi. Interpretare i protagonisti di questa storia non era facile, ma dopo aver visto il film è impossibile immaginare altri attori al posto dei due scelti. Consigliatissima la visione in lingua originale, impreziosita dall’accento piratesco scelto personalmente da Dafoe per il suo Thomas Wake. 

The Lighthouse non è la prima e sicuramente non sarà l’ultima storia basata sui misteri di un faro in mezzo al nulla. Le ispirazioni ai racconti di Edgar Allan Poe e H. P. Lovecraft sono palesi, ma i fratelli Eggers sono riusciti a creare una storia unica e irripetibile. Raccontare la follia non è mai semplice, non a caso sono pochi gli autori che hanno avuto successo trattando questo tema. Nel media cinematografico in particolare The Lighthouse è già stato definito un cult, un “Istant Classic” che durerà in eterno. Impensabile che uno spettacolo del genere non sia stato distribuito nelle sale cinematografiche italiane, sempre restie a proporre titoli innovativi. 

Menzione speciale per l’edizione fisica del DVD/Blu-Ray la cui confezione è completamente nera, un vero tocco di classe. I contenuti speciali includono alcune scene eliminate, i credits, un making of con interviste a realizzatori e cast ed infine “The Lighthouse: Racconto buio e tempestoso” , un insieme di estratti e curiosità lungo più di quaranta minuti. Purtroppo tutti questi contenuti sono disponibili solo in lingua originale e non sottotitolati in italiano, un vero peccato per coloro che non potranno goderne. 

Bad luck to kill a sea bird… 

Vi è piaciuto l’articolo? Condividetelo e vi ricordiamo che potete seguirci anche su Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornati.