Presentazione: Full Metal Alchemist

Fmab-poster

< Una lezione priva di dolore non ha valore. Perché, senza sacrificio, l’uomo non può ottenere nulla. >

E’ proprio grazie al successo diFull Metal Alchemist se Hiromu Arakawa è riuscita a diventare una delle più famose mangana donna del genere Shonen. Cominciata la pubblicazione nel 2001 e conclusa nove anni dopo, sono state prodotte due serie animate e un film Anime, tutti con doppiaggio italiano di ottima qualità. Immaginate un bellicoso mondo simile al nostro ma tecnologicamente fermo al primo novecento: spostamenti unicamente in treno per le lunghe tratte e rozze macchine utili solo per muoversi in città. Una piuma di Steampunk però facilita la vita ai poveri reduci di guerra mutilati dalle esplosioni, come le protesi d’acciaio perfettamente sostituibili a un braccio o una gamba. Appunto con due di questi automail impiantati nel corpo che vive il nostro protagonista Edward, insieme a suo fratello minore Alphonse, il cui corpo è stato distrutto e quindi sostituito da una fredda armatura.

La singolarità dei loro corpi è la conseguenza di un esperimento alchilico fallimentare, ed è proprio questo che trattano i 27 volume che compongono Full Metal Alchemist: Alchimia. La scienza che permette di scomporre e ricomporre la materia che ci circonda, sta alla base della teoria dei due fratelli che gli permetterà di riottenere i corpi che un tempo gli appartenevano.

Comincia così il viaggio dei fratelli Elric che li coinvolgerà in un complotto millenario che puntualmente dovranno sventare.

Miei compagni lettori e sostenitori di Very Nerd People! Colpi di scena, azione, suspance e Alchimia sono gli elementi base della trasmutazione che ha conquistato il mondo, e che personalmente, raccomando caldamente di leggere.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo, e ti ricordiamo che puoi seguirci anche su Facebook per rimanere sempre aggiornato.

Condividi su