Presentazione: Death Note

death note musical

Anche se per la maggior parte di coloro che si intendono di Anime e Manga una presentazione di Death Note può sembrare superflua, per altri, che sono appena stati introdotti al meraviglioso mondo nipponico dei fumetti, quest’opera è un must.

La collaborazione fra Tsugumi Oba(testi) e Takeshi Obata(disegni) ha dato origine nel dicembre del 2003 a una serie di 12 volumi che ha incantato i suoi lettori raggiungendo in poco tempo un successo mondiale. Cogliendo la palla al balzo, lo studio Madhouse lavora sulla serie animata fedelissima all’opera originale, mandando in onda i primi episodi pochi mesi dopo la conclusione della prima edizione del Manga.

Un quaderno della morte, il migliore studente di tutto il Giappone con manie omicide anti criminali, il più grande detective del mondo e una battaglia all’ultima strategia per scoprire la vera identità del proprio avversario. Questi sono i principali ingredienti che fanno di Death Note uno dei più grandi successi nell’ambito del thriller psicologico.

Avvertenze: può causare dipendenza

Modi d’uso: è normale che nella lettura o durante la visione possano sfuggire dei passaggi data la complessità dei dialoghi.

Doppiaggio ad alto livello anche per chi preferisse la visione in italiano, sia la versione cartacea sia digitale sarà così coinvolgente da costringervi a passare da un episodio all’altro, trepidanti di scoprire cosa accadrà nel successivo.

Quindi sostenitori di Very Nerd People se adorate il genere poliziesco, psicologico e fantasy Death Note è un’ottima scelta, consigliata anche per chi non amasse il genere.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo, e ti ricordiamo che puoi seguirci anche su Facebook per rimanere sempre aggiornato.

Condividi su