Parliamo di OAV: Code Geass Akito The Exiled

code-geass-akito-the-exil_835_1680

Benvenuti nella nuova rubrica dedicata a gli Original Anime Video, per chi non sapesse cosa sono gli OAV, si tratta di produzioni esclusive per il mercato dei DVD e Blu-Ray, che non vengono quindi trasmesse in canali televisivi e nei cinema, a differenza dei film e dei live action. Nonostante ATE sia considerato un OAV, viene proiettato nelle sale giapponesi e l’ultimo episodio uscirà nel luglio di questo stesso anno. Della distribuzione italiana se ne occupa la Dynit, che al momento ha edito i primi due episodi per un totale di quattro, della durata di 50 e 60 minuti circa.

Veniamo ora alla trama. ATE si colloca temporalmente a cavallo fra la prima e la seconda serie, nell’anno 2017, e geograficamente in quella che noi chiamiamo Russia, nell’anime Unione delle Repubbliche di Europia. Sotto la pesante avanzata delle forze britanne alcuni alto-ufficiali, sperando di rovesciare le sorti della guerra, istituiscono una squadra speciale denominata “W Zero”, alla quale assegnano missioni suicide con la scusa della “sacrificabilità” dei componenti (tutti Eleven/ ex giapponesi). Proprio in uno scontro fra Knightmare facciamo la conoscenza di Akito, un abile pilota di origine giapponese e dall’oscuro e sconosciuto passato, che vediamo palesemente in qualche modo collegato al potere del Geass…

Scritto dall’autore della serie originale Ichirō Ōkōchi, in questa opera viene approfondito il significato di essere un Eleven, che in quanto rifugiati politici hanno perso ogni diritto non solo nella loro madrepatria, ma anche in qualsiasi altro Paese ospitante e vengono discriminati ed evitati come se fossero dei lebbrosi. La qualità tecnica è ottima, anche se forse è stata utilizzata troppa CG per i combattimenti fra Frame, il doppiaggio è anche in italiano ed Emanuela Pacotto (voce di Bulma, Sakura, Nami e tanti altri personaggi) dà la voce alla protagonista. Inoltre sono state mantenute le voci di alcune vecchie conoscenze…

Anche per oggi è tutto, ci vediamo alla prossima puntata!

つづく

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo, e ti ricordiamo che puoi seguirci anche su Facebook per rimanere sempre aggiornato

Condividi su