View Post

Presentazione: Another

Nonostante quello che ci si può aspettare da un anime ambientato in una piccola città di provincia e da dei comuni teenagers nipponici, “Another” tratta di tutt’altro genere. Ansia e angoscia sono le prime sensazioni che ci assalgono entrando nella tetra e cupa città di Yomiyama(Yomi è infatti la terra dei morti secondo la cultura shintoista) e Misaki Mei, l’inespressiva ragazza dai …

View Post

10 punti per scoprire se sei un vero “book addict”

  Ultimamente sui blog inglesi e americani sono spuntate varie liste che dipingono il ritratto del lettore ossessivo; prendendo spunto da alcune di queste (101 books, the book wheel)  ho provato a stilare una lista con indizi che caratterizzano il “book addict”, ovvero la persona dipendente dalla lettura. Eccola qui:

View Post

L’animazione: la Lanterna Magica, come tutto ha avuto inizio

Salve a tutti! Ogni tanto vi scriverò qualche “special” sulla storia del cinema e argomenti inerenti ad essa. Per questo, oggi parleremo dell’animazione e la sua storia. Intanto. Cos’è l’animazione? [voce saccentissima] Per animazione s’intende la realizzazione di filmati attraverso la successione di disegni o pose di oggetti. Nel primo caso vengono riprese con la telecamera le immagini, si disegna …

View Post

Big Fish- Le storie di una vita incredibile

  Il film di questa settimana, come avrete capito dal titolo dell’articolo, è “Big Fish- Le storie di una vita incredibile” (2003) di Tim Burton che vanta un cast incredibile come un fantasioso narcisista Ewan McGregor, un sognante Albert Finney e un’inquietante (strano) Helena Bonham Carter, prodotto dalla Columbia Pictures Corporation. Vediamo la trama: Edward Bloom (interpretato in età senile …

View Post

ANTEPRIMA: Starforge

Un sandbox, in prima persona, in un pianeta sconosciuto e popolato da creature sconosciute, colmo di risorse e di possibilità per divertirsi…. ma ne siamo sicuri?

View Post

Recensione Porcupine Tree – Fear of a Blank Planet (2007)

Per darvi un’ idea di ciò che vi aspetta leggendo questa recensione, posso solo dirvi una cosa: Non è un album che si ascolta solo per apprezzarne la musica, è un’ opera di critica e introspezione collocabile nella realtà sociale di giovani ed adolescenti del ventunesimo secolo.