View Post

Recensione, analisi o come preferite di Mr. Robot

Mr. Robot non è una serie adatta a tutti. Prima di presentarvi con i forconi sotto casa mia fatemi finire il discorso. Non è adatta a tutti perché è una serie da guardare con calma e concentrazione. Se volete guardare una serie tv giusto per passare la serata senza impegnarvi più di tanto la sopraccitata serie non fa al caso …

View Post

Recensione: Britannia – Nessuno vuole essere civilizzato

Britannia è una serie televisiva del 2018 statunitense/bitannica co-prodotta da Amazon e Sky. L’edizione Blu-Ray distribuita dalla Universal Pictures Home Entertainment contiene 3 dischi, in cui troviamo i 9 episodi che compongono la prima stagione e qualche contenuto speciale. Le vicende sono ambientate nel cuore celtico della Britannia del 43 d.C., quando l’esercito romano torna alla carica per conquistare le terre dominate dalla magia …

View Post

Recensione: DOWNSIZING – Grandi aspettative

Downsizing è un film del 2017 diretto e co-sceneggiato da Alexander Payne: ha aperto la 74ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e da pochi giorni è reperibile anche in DVD, distribuito dalla Universal Pictures Home Entertainment. Paul Safranek (Matt Damon) e sua moglie Audrey sono una giovane coppia di sposi in perenne difficoltà economica: proprio per questo motivo decidono di …

View Post

RECENSIONE: Darc (Julius R. Nasso, 2018)

Darc è il film d’esordio alla regia di Julius R. Nasso, famoso produttore di film action anni ’90 di medio-basso livello ma che rivedi volentieri sui canali Mediaset, tipo quelli con Steven Seagal come Trappola sulle montagne (1995), Fire Down Below – L’inferno sepolto (1997) e il “mitico” Sfida tra i ghiacci (1994). Il film è una produzione originale Netflix …

View Post

L’ora più buia: perché vedere l’acclamato film su Churchill

E’ da poco uscita l’edizione DVD de L’ora più buia, il film che quest’anno ha fatto brillare Gary Oldman sul palco degli Oscar con la statuetta stretta fra le mani. Avviando il prodotto distribuito dalla Universal Pictures Home Entertainment e riproducendo i contenuti speciali possiamo scoprire molto di più su questo capolavoro firmato Joe Wright. Il film racconta il tesissimo periodo …

View Post

Whitney: il film ha soddisfatto le aspettative?

Whitney Huston é stata una delle migliori voci dei suoi tempi. In un mondo maschilista come quello della musica, ha saputo imporsi con la sua bravura riuscendo ad ottenere numerosi successi e riconoscimenti. Dopo la sua morte nel 2012, Shem Bitterman e Angela Bassett hanno raccontato la sua storia in un film biografico, uscito poi nel 2015. Inaspettatamente peró, il …

View Post

RECENSIONE: Family Blood (Sonny Mallhi, 2018)

Torniamo a parlare su Very Nerd People del regista Sonny Mallhi che avevamo già incontrato col suo film d’esordio Angoscia. Family Blood è la sua seconda prova, produzione originale Netflix. Il passaggio dall’uscita cinematografica all’uscita direttamente su piattaforma digitale avrà giovato alla qualità del prodotto, considerato che Angoscia, a mio parere, fu un film davvero pessimo? Purtroppo sono cambiate le storie, ma …

View Post

RECENSIONE: Rampage – Furia animale (Brad Peyton, 2018)

Rampage – Furia animale riunisce per la terza volta il regista Brad Peyton, l’attore Dwayne ‘The Rock’ Johnson e il produttore Beau Flynn dopo i grandi successi al botteghino Viaggio nell’isola misteriosa (2012) e San Andreas (2015). Il film è ispirato al concept di un videogame arcade del 1986 dall’omonimo titolo dove, con la possibilità di usare tre mostri (un …

View Post

Pokémon GO: cosa è cambiato in due anni?

Ammettiamolo: nell’estate del 2016 abbiamo tutti giocato a Pokémon GO. Ammettiamo anche però che quasi tutti lo abbiamo mollato dopo poche settimane di entusiasmo. Io almeno ho fatto così, ed ora, a quasi due anni da quel fantastico mese (quanto di più vicino alla pace nel mondo si sia visto negli ultimi 20 anni) ho ripreso a dilettarmi con il …

View Post

Storia di un fantasma – recensione e DVD

Se vivessimo in tempi non sospetti si potrebbe esordire dicendo che A Ghost Story strizza l’occhio al cinema muto. Non sospetti perchè, da Ortolani in poi, tra Marvel, Stan Lee e J.J. Abrams, strizzare l’occhio è divenuto una fabbrica del ridicolo. Niente contro il ridicolo, vade retro. Per il film diretto da David Lowery, però, è necessaria un’espressione diversa, più …