Se una notte d’inverno un narratore…

Se il titolo di questo fumetto, Se una notte d’inverno un narratore, vi ricorda qualcosa, magari un romanzo di uno dei maggiori rappresentanti della letteratura italiana del novecento, è proprio perchè si tratta di un viaggio a fumetti nelle opere di Italo Calvino. Nel suo Se un notte d’inverno un viaggiatore, un lettore e una lettrice iniziano a leggere una storia che sul più bello si interrompe e si avventurano così in un viaggio alla ricerca del resto del libro, che li fa invece incappare in una serie di romanzi intriganti ma tutti solo abbozzati. Allo stesso modo, in questo fumetto il lettore e la lettrice seguono le tracce di Calvino attraverso gli inizi di alcuni dei suoi romanzi, tutti ovviamente riadattati a fumetti.

Ogni capitolo porta il nome di una delle Lezioni americane, l’ultimo saggio pubblicato da Calvino, ed è disegnato da un fumettista diverso ogni volta. Uno stile diverso per ognuna delle opere trasposte, che si adatta perfettamente ai temi e alle atmosfere presenti: da uno stile colorato e “cartoonesco” per Il barone rampante fino a degli splendidi e silenziosi acquerelli per Le città invisibili.

E’ un viaggio davvero emozionante e visivamente bellissimo, chissà se Italo Calvino, da grande appassionato di fumetti quale era, avrebbe apprezzato un’opera di questo genere… Sicuramente per gli appassionati Se una notte d’inverno un narratore è una dichiarazione d’amore a questo autore e alle splendide storie che ha raccontato.

I riferimenti alle opere e all’autore in sè sono molti e ben precisi, e ammetto di aver potuto apprezzare appieno quest’opera perchè ho avuto l’occasione di studiare a fondo Calvino. Per quanto la bellezza del fumetto in sè sia innegabile e apprezzabile da tutti, forse se non conoscete lo scrittore e non avete mai letto niente di suo, potreste non apprezzare a pieno ogni sfumatura. Ma è anche vero che il fumetto potrebbe servirvi da spunto per approfondire la conoscenza di questo autore. In sostanza mi sento di consigliarlo un po’ a tutti, esperti e non. Sicuramente se siete suoi appassionati lettori, è una chicca che non potete perdervi.

Se una notte d’inverno un narratore è scritto da Gianluigi Pucciarelli e illustrato dai disegnatori di Redhouse Lab, la prima scuola lucana di fumetto e illustrazione, è pubblicato da Becco Giallo.

Vi è piaciuto l’articolo? Condividetelo e seguiteci su facebook per rimanere sempre aggiornati!

Koda

Sono una super appassionata (ed esperta) di animazione, amo la filosofia dei cartoni animati, dagli anime ai cartoon americani fino ad arrivare alla mia adorata Disney, per me uno stile di vita. Accanita divoratrice di fumetti e libri classici.

Condividi su