Wolverine Comics

News – Wolverine MARVEL COMICS – 4 Volumi aspettando il film

Wolverine Comics

Non manca molto all’uscita del capitolo finale della trilogia cinematrografica sul mutante più famoso del mondo, James “Logan” Howlett, meglio conosciuto come Wolverine e la Panini Comics coglie l’opportunità per rilanciare alcune tra le storie più belle dell’artigliato canadese. Inizialmente privo di un passato, ma con un fattore rigenerante che gli ha permesso di vivere 134 anni, Wolverine è stato molte cose: super-eroe tra gli X-Men, soldato, mercenario e anti-eroe, per un lungo periodo è stato anche il preside della Jean Grey School mentre era a capo di un gruppo di X-Men.

La Morte di Wolverine

La Morte di Wolverine, della collana Marvel Collection è uscito proprio oggi ed è l’ultima storia sul Wolverine originale di Earth-616, scritta da Charles Soule (She-Hulk Marvel Now) e disegnata dall’impareggiabile Steve McNiven (Civil War). L’ultima storia perché in seguito fu X-23 alias Laura Kinney a raccogliere l’eredità di Wolverine, inoltre dopo gli eventi di Secret Wars il Wolverine di Old Man Logan, disegnato sempre da McNiven e creato da Mark Millar, è stato portato nell’universo principale della Marvel, Earth-616.
In questa storia uscita per la prima volta nel 2014, come viene spiegato da Mr. Fantastic, Wolverine non ha più il suo fattore rigenerante e come se non bastasse ora pende una taglia sulla sua testa che fa gola a killer, gang criminali e tanti vecchi nemici che hanno deciso di chiudere i conti in sospeso con il nostro eroe.
Con questa premessa inizia La Morte di Wolverine, un viaggio che porterà Logan a rincontrare vecchi nemici e ripercorrere i sentieri che l’hanno reso il migliore in quello che fa, e quello che fa non è piacevole. Nel corso della storia, viaggiando tra Canada, Madripoor, Giappone e U.S.A. ci sono diverse menzioni, comparsate e flashback dei personaggi più legati a Logan, e vale anche per i nemici storici, Sabretooth, Lady DeathstrikeLord Ogun e altri ancora.

Wolverine - Arma X

Wolverine – Arma X, della collana Grandi Tesori Marvel, in uscita per la prossima settimana (02/02) è il capolavoro scritto e disegnato da Barry Windsor-Smith nel 1991. Questa storia ha ispirato in piccola parte il film X-Men le origini – Wolverine e un bellissimo cameo sempre interpretato da Hugh Jackman nell’ultimo film sui mutanti, X-Men Apocalypse, dove un selvaggio Logan combatteva indossando lo stesso casco tecnologico che ha nel corso di questa storia e che si può vedere anche in copertina.
Questo capitolo può essere considerato la vera storia delle origini di Wolverine, anche più di Wolverine Origins che in realtà era più una storia sulla nascita di Logan: Arma X ci mostra in maniera cruda e morbosa la nascita di Wolverine, l’Arma X stessa, il soldato perfetto. Se la definizione “soldato perfetto” vi fa pensare a Capitan America non è un caso, infatti il progetto: Arma X, come si è scoperto nel corso degli anni, è solo un ramo del programma scientifico Arma Plus, proprio come lo era anche il progetto: Rinascita, responsabile della creazione di Arma I, Capitan America (Steve Rogers). In questa storia assisterete al doloroso trattamento che ha fuso l’adamantio, la lega metallica più resistente dell’universo Marvel, allo scheletro di Wolverine.

Io Sono Wolverine

Io Sono Wolverine, in uscita per la prossima settimana (02/02) è un volume dove viene approfondito il mito di Logan sin dalla sua prima comparsa nel 1974 su The Incredible Hulk N.180 contro il gigante di giada, una storia scritta da Len Wein e disegnata da Herb Trimpe i creatori (con la collaborazione di John Romita Sr.) di Wolverine. Uncanny X-Men N.222 di Chris  Claremont e Marc Silvestri dove compare la nemesi per eccellenza di Wolverine, Sabretooth.
Uncanny X-Men N.268 sempre scritta da Claremont ma disegnata da Jim Lee dove compaiono anche Capitan America (Steve Rogers) e la Vedova Nera (Natasha Romanoff). Classic X-Men N.25, Wolverine (1998) N.10, N.35/37 di Larry Hama e sempre Marc Silvestri (con Lady Deathstrike), N.95, N.186, Wolverine (2004) N.12, N.32, N.73/74 di Jason Aaron e Andy Kubert.
Tra i molti personaggi presenti in queste storie, oltre agli X-Men, ci sono anche The PunisherSpider-Man e molti altri ancora, tra una storia e l’altra trovate anche curiosità sul personaggio e gli scrittori e disegnatori che hanno contribuito a forgiare la leggenda di Wolverine.

Wolverine - In Punto di Morte

Wolverine – In Punto di Morte, fa parte della collana Marvel Collection ed esce tra due settimane (16/02), scritta da Warren Ellis (Moon Knight) e disegnata da Leinil Francis Yu (Secret Invasion) nel 1997.
La storia parte con un flashback di dieci anni nel passato dove Logan, giunto ad Hong Kong in Cina inizia a lavorare come consulente per Tak-Wah Wong, uno sceneggiatore e instaura un legame amoroso con la figlia di Tak-Wah, Ai-Chia Wong. Naturalmente la calma dura poco, infatti un rivale di Tak-Wah ha assoldato un sicario conosciuto come Fantasma Bianco (Roddy McLeish) per uccidere lo sceneggiatore, la faccenda non finirà bene e l’unico a scamparne come al solito è Wolverine, che convinto che anche il Fantasma Bianco sia morto non gli rimane altro da fare che andarsene.
Tornati al presente, nel East Village a Manhattan, Logan entra nel suo appartamento dove trova un oggetto, un chiaro riferimento a ciò che era accaduto dieci anni prima e quando l’afferra sente l’innesco di una bomba, a malapena riesce a fuggire dall’esplosione. Wolverine comprende immediatamente che il Fantasma Bianco è ancora vivo e lo vuole morto, la caccia ha inizio.

Vi è piaciuto l’articolo? Condividetelo e vi ricordo che potete seguirci anche su Facebook per rimanere sempre aggiornati.

Condividi su
Conraf

Osservatore, lettore e aspirante scrittore.