M.C.U: L’incredibile Hulk il mostro verde ritorna ma a metà

edward-norton-in-una-scena-del-film-l-incredibile-hulk-59831

Buona Domenica ragazzi, oggi ritorniamo a parlare dell’Universo Cinematografico Marvel con il secondo film della fase uno ovvero L’incredibile Hulk del 2008 diretto da Louis Leterrier; questo film è un reboot ma anche un sequel dell’Hulk di Ang Lee che non ha incontrato i favori del pubblico.

Il cast è composto da molti volti noti tra cui Edward Norton nei panni di Bruce Banner, Liv Tyler in quelli di Betty Ross, Tim Roth è il villain Emil Blonsky, William Hurt è il volto del generale Ross, Tim Blake Nelson è Samuel Sterns,  Ty Burrell è Leonard Samson, un cameo di Robert Downey Jr. nei panni di Tony Stark.

La trama del film è più o meno la classica del fumetto con il generale Ross che vuole impossessarsi del gigante verde mentre Bruce Banner per evitare ciò fugge per il mondo ma questa volta deve fare i conti con un militare fuori dall’ordinario in grado di tenergli testa; Emil Blonsky grazie all’iniezione del siero del super soldato riesce ad arrivare a livelli di abilità eccezionali fino a diventare Abominio scontrandosi, nel finale, con Hulk.

Questa pellicola è il secondo film del progetto ideato dai Marvel Studios con una nuova storia su Hulk, un tentativo per recuperare il fisco del film precedente e qualche passo avanti è stato fatto; il film si presente con il solito tono drammatico, sulla tristezza del protagonista nell’avere dentro di se un’enorme potere incontrollabile anche se qualche spruzzata di umorismo sparsa per il film c’è. Purtroppo cala dal punto di vista psicologico, nel primo di Ang Lee veniva affrontato un Banner più profonda andando a scavare nel suo passato mentre qui viene lasciato come un personaggio normale senza alcun tipo di approfondimento così come il resto dei protagonisti.

kinopoisk-ru-incredible-hulk_2c-the-738164

Registicamente non ci si può lamentare, il regista fa il suo dovere senza eccedere e neanche senza cadere nello scadente, una regia normale mirata soltanto nel mostrare le varie scene del film.

La parte che è sicuramente migliorata sono gli effetti speciali, sono resi più reali e molto più spettacolari della precedente pellicola, il nemico è stato reso con grande efficacia mentre Hulk si discosta molto dal fumetto donandogli un aspetto più selvaggio ma anche di grande effetto; i dettagli dei due mostri sono sorprendenti ma anche troppo eccessivi, infatti in alcune scene si ha l’impressione di osservare dei pupazzi.

La recitazione da parte degli attori è sopra la media, Edward Norton è un bravo Bruce Banner anche se non è la sua migliore prestazione, Liv Tayler è la migliore Betty avuta su grande schermo, anche in fatto di bellezza e Tim Roth ha saputo interpretare un grande villain ma purtroppo all’infuori di questi tre gli altri interpreti si dimostrano inespressivi in molte situazioni.

La sceneggiatura è ben scritta, non vi sono particolari situazioni o dialoghi incisivi ma sicuramente fa il suo dovere e la cosa fondamentale è la presenza di ironia che da sempre ha caratterizzato la Marvel, qui viene inserita con criterio bilanciando momenti drammatici con momenti in cui un sorriso viene spontaneo.

il-terribile-avversario-di-hulk-in-una-scena-del-film-l-incredibile-hulk-61197

In conclusione questo Incredibile Hulk è riuscito solo a metà, si porta dietro i difetti del suo predecessore ma inserisce anche alcune novità che fanno si che la pellicola non diventi banale e nonostante tutto si può godere di un buon film d’intrattenimento anche se in fan non ne saranno entusiasti. La parte migliore del film è la presenza di Tony Stark in un grandioso cameo finale.

 

Se la recensione vi è piaciuta vi ricordo di condividerla e di commentare per aprire un dibattito sull’argomento, inoltre vi ricordo che potete trovarci anche su Facebook per rimanere sempre aggiornati.

Condividi su