Lo strano talento di Luther Strode

Luther-StrodeBuona Domenica a tutti, oggi sono qui per parlarvi di ” Lo strano talento di Luther Strode” edito da Panini Comics del 2012.

Avete presente le vecchie pubblicità che si trovavano nei giornali per ragazzi, quelle degli occhiali a raggi x per esempio, e che oggi ritroviamo su Internet sotto forma di spam? Quelle che affermano che con un metodo, spiegato in un libro, possiamo diventare più forti e prestanti! Bene da una di queste inizia la nostra storia, perché cosa succederebbe se, tra le montagne d’inutile spam, uno di questi metodi funzionasse e fosse solo una copertura per trovare persone dotate del giusto talento?

Questo accade a Luther Strode, un giovane liceale che incarna lo stereotipo del tipico nerd smilzo e indifeso, il ragazzo ordina il libro del metodo Ercole, la cui simpatica copertina troviamo nel retro del fumetto, quindi seguendo questa tipologia d’allenamento, che mira a far focalizzare il corpo, la mente e lo spirito verso un unico obbiettivo, riesce ad ottenere risultati straordinari, nel vero senso della parola. Luther vive in un appartamento con sua madre, dopo essere scappati da un padre violento, va al liceo in compagnia del suo amico Pete sopravvivendo ai bulli e cercando di trovare il coraggio d’invitare Petra ad uscire con lui, un inizio piuttosto banale e che forse sa di già sentito. Tutto cambia quando, dopo l’allenamento, riesci in poco più di un mese e mezzo ad aumentare  la sua forza in modo esponenziale, diventando un uomo dal fisico scultoreo pieno di muscoli, capace di uccidere a mani nude praticamente chiunque ed acquisendo capacità, come quella di poter percepire i movimenti degli altri prima che avvengano, fuori dal comune.

Esiste però il rovescio della medaglia e questo lato negativo prende il nome di Bibliotecario, l’emissario della congrega che ha creato il metodo Ercole e che invia le copie del libro a chiunque ne richieda una. Questo gruppo di persone, che vanta membri del calibro di Caino, si sono poste come obbiettivo quello di creare uomini capace di dominare gli altri che traggono la forza da questo e che vedono l’omicidio stesso come la dimostrazione di forza per eccellenza. Il Bibliotecario cercherà di spingere il giovane Luther Strode verso la violenza, prima con le maniere gentili, cioè uccidendo chiunque sia stato coinvolto negli episodi in cui il ragazzo ha mostrato il suo potere, poi con quelle meno gentili, cercando di ferire il diretto interessato tramite i suoi affetti.

Prime pagine di “Lo strano talento di Luther Strode”

Un fumetto per un pubblico adulto, come viene messo in evidenza dalla casa editrice stessa, che abbraccia uno stile splatter, ma che non sarà certo immotivato o gratuito, diciamo che tende all’esagerazione per esaltare l’azione stessa. Per portare un esempio azzardato viene sfruttato, più o meno, il concetto di composizione del corpo secondo Tarantino, 99% sangue e 1% organi, anche se ammetto che sono più fedeli all’anatomia umana, siccome non mancheranno i particolari delle interiora. Quest’amata ultraviolenza sarà un punto caratteristico  dei disegni di Tradd Moore, che sono poi magistralmente colorati, in modo sgargiante quasi, da Felipe Sobreiro e che racconteranno la storia,  scritta da Justin Jordan, che non  si risparmia niente e non viene edulcorata neanche per errore; si nota nella trama anche l’influenza di un cult come Kick-Ass, ma rispetto ad esso vediamo un carattere nuovo, qualcosa di particolare che ne evidenzia l’unicità e che lo rende di diritto un acquisto obbligato per gli amanti di questo genere.

Detto questo non mi resta che augurarvi una buona Domenica, ricordarvi di condividere l’articolo e di lasciare un mi piace alla pagina Very Nerd People

Condividi su