libro, e-book o audiolibro?

Kindle_Paperwhite_35438287_35437744_35438313_35438312_02_620x4331

Oggi ho una domanda: se poteste scegliere un solo formato nel quale leggere per il resto della vita scegliereste il libro tradizionale, l’e-book o l’audiolibro?

L’ho letta su un blog e mi sono sentita chiamata in causa perché è da circa due settimane che possiedo un Kindle e posso finalmente esprimermi, con cognizione di causa, sull’argomento.

La verità è che scelgo e sceglierò sempre il libro di carta, normale, dove posso piegare l’angolo della pagina e sottolineare, scrivere quello che voglio; ma devo ammettere che non mi trovo affatto male con il Kindle.

E’ tanto comodo, posso leggere al buio, portarmelo ovunque e non pesa nulla, comprare libri sul momento ovunque io sia ecc. Gli unici contro sono che 1) non esiste. semplicemente non ce l’hai, non c’è il libro di carta che vedi sullo scaffale e che si impolvera. 2) L’ansia tremenda che mi attanaglia quando “giro pagina” e mi sembra di non poter più tornare indietro. Mi sembra che ciò che ho letto prima non ci sia più (questa è totalmente irrazionale, il kindle è talmente magico che si può anche tornare indietro -,-) ma credo che sia solo questione di tempo e abitudine.

Per quanto riguarda l’ultimo formato, l’audiolibro, per me non è proprio affrontabile ancora. Credo che non ce la farò mia; ho provato una volta ma è tremendo, ho trovato odioso il modo di narrare. Sentire la voce nella mia testa di qualcuno che legge che non sono io mi turba, decisamente.

Che ne pensate?

Condividi su
anna

Sono Anna, nata a Grosseto nel 1995 ma fiorentina. Le mie passioni sono il tè , il cioccolato e soprattutto i libri. Per questo scrivo di libri bevendo tè e mangiando cioccolato.