Hayao Miyazaki, Il Castello Errante di Howl

Il-castello-errante-di-Howl

Eccoci qui con il secondo appuntamento sulla serie dedicata al regista Miyazaki, e il soggetto di oggi come potete leggere dal titolo è Il Castello Errante di Howl. Ispirato dall’omonimo romanzo della scrittrice britannica Diana Wynne Jones, il film si distacca solo leggermente dalla trama originale. Prendendo spunto dall’Alsazia e dall’architettura europea del primo 900, Miyazaki riformula un romanzo degli anni 60, aggiungendoci qualcosa di suo.

L’opera prende vita in una piccola città fantastica in mezzo alla natura, dove una voce sulla presenza nelle immediate vicinanze del malvagio mago Howl e della perfida Strega delle Lande si sta spargendo in fretta. Incurante del fatto, Sophie, tornando al suo negozio di cappelli fa la conoscenza di un affascinante ragazzo, in fuga da delle strane figure senza volto. Finendo coinvolta nell’inseguimento, il giovane (che facilmente si intuisce essere Howl), prende la ragazza e magicamente si libra in volo per sfuggire ai suoi mastini. Il fugace incontro non sarà l’ultimo della giornata per Sophie; rientrata in negozio la Strega delle Lande, mascherata da grossa signora le si avvicina e dopo aver gridato a gran voce la sua identità, lancia un sortilegio sulla protagonista che la trasforma nella sé stessa 60’anni più vecchia. Non potendo rimanere in quelle condizioni in città, la neo vecchietta parte e cammina fino a raggiungere l’unico riparo al di fuori del mondo civilizzato, un castello errante, all’interno del quale lo stregone Howl si sta nascondendo dalla sua arcinemica, la stessa strega che ha lanciato il maleficio su Sophie…

Come nello scorso articolo, sono tante altre le informazioni che vi potrei dare, ma vi lascio il piacere della visione (o lettura!), ci vediamo alla prossima puntata!

つづく

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo, e ti ricordiamo che puoi seguirci anche su Facebook per rimanere sempre aggiornato

Condividi su