Guida al Masteraggio Pt.4: Generi e Gameplay

Buon ritorno a tutti, Master in training. In questo articolo parlerò dell’ultima cosa importantissima che guardo quando inizio a preparare una partita: il Genere. Che in poche parole significa: “su cosa è orientata la avventura”. Alla fine di questo articolo presenterò una dimostrazione pratica di quanto spiegato in questa parte e nelle due precedenti, una specie di Gameplay, perché niente spiega meglio di un esempio reale. Cominciamo.
Il terzo e ultimo passo a cui penso quando creo un’avventura è sempre qualcosa di condiviso, perchè non a tutti piace il Fantasy classico, ma vorrebbero una storia un pò più cruda, più misteriosa, più Horror o semplicemente con più Comic Relief e non così seria. I Generi sono quello su cui la storia che creerete si basa, quello che i giocatori si troveranno tra le mani e quello che invece no, quello che vi porterà a scegliere l’Ambientazione, argomento di cui parlerò in un altro articolo. Esistono un numero molto alto di generi, che vanno dall’umoristico al Post Apocalittico, dal Fantasy al Fantascientifico, dal Realistico all’Assurdo, e tutte le vie di mezzo, ma ognuno di questi va scelto con cura perchè determinerà tutto quello che il Master descriverà e come i giocatori reagiranno a queste descrizioni. Di sicuro non esiste un Genere giusto o sbagliato, ma solo preferenze e gusti.

Per essere più pratico voglio cominciare col dire che ogni trama decidiate può essere adattata nella maggior parte dei casi ad ogni Genere: volete un Fantasy Horror, Investigativo, Apocalittico, Diplomatico, Realistico o con intrighi? Fino a che la vostra immaginazione ve lo permette c’è un nome per tutte quelle varianti (principalmete Dark Fantasy e Fantasy Medievale (tipo Trono di Spade)). Non credete a chi vi dice che non è possibile fare una cosa solo perchè il manuale o il Genere base del gioco non permette queste cose: le regole si piegano a voi, non il contrario, e quindi se in Mondo di Tenebra volete che un mago, un licantropo e un vampiro lavorino insieme nonostante si scannino a vicenda di base e vadano a scovare e uccidere un Elementale che sta creando una armata di macchine grezze stile Steampunk lo potete fare, e in questo modo siete passati da un Genere Moderno e Tetro a uno molto misterioso, avventuroso e soprattutto Fantasy.

e adesso lo Showdown… quale Genere uscirà vincitore?

Esistono anche le vie di mezzo tra diversi generi: lo Steampunk è un Fantasy con la tecnologia del vapore, pistole e altri macchinari per esempio e il Cyberpunk è una via di mezzo tra l’era moderna e la tecnologia dello sci-fi, con impianti cibernetici e Mech in giro. Uno stesso Genere può essere modificato o sporcato in qualsiasi modo, per esempio una avventura di genere Moderno e Realistico potrebbe guadagnare temi Sci-Fi aggiungendo degli psionici in mezzo all’avventura, oppure Horror se si aggiungono creature terrificanti e ignote come i vampiri, e se in questa situazione si facesse in modo che questi mostri in realtà non siano cattivi (non tutti) ma solo terrorizzati di essere sterminati anche se hanno bisogno di carne umana per vivere, trasformandolo in un Horror-Psicologico… oh diavolo, sto parlando di Tokyo Ghoul!

In ogni caso ricordate che la scelta non sta solo nelle vostre mani, e i giocatori sono gli eroi della storia quanto voi ne dovreste essere i direttori

chi vorrai essere questa volta?

Per terminare questa parte al Masteraggio metterò in pratica quello che ho scritto nelle ultime tre parti con un esempio veloce: 4 giocatori e un master, che chiamerò per convenienza “1”, “2”, “3”, “4” e “M”.

M: “allora ragazzi, volevo dirvi che la prossima settimana mi sarebbe piaciuto Masterare una campagna per voi, e volevo chiedervi che cosa vorreste fare, la vostra opinione in merito”

1: “fino a che ci sono Incantatori sono contento, tu lo sai che amo i Maghi. Vorrei anche fosse Fantasy, ma…”

3: “esatto 1, è per questo che non ci troviamo mai d’accordo: io vorrei fare qualcuno che si occupa di tecnologia quindi le due cose non si sposano per niente”

M: “non ne sarei così convinto… e per il genere?”

3: “ah, più tecnologico possibile! vorrei un braccio-cyborg”

M: “annotato… e voi due?”

2: “bah… in realtà non sono convinto… c’è qualcosa tipo un dottore? per il genere mi piace l’Investigativo in realtà…”

M: “interessante… si, c’è una cosa simile, un alchimista o giù di lì”

4: “cavolo, c’è tutto questo? allora voglio fare un assassino con armi a distanza, mi fido di te M”

M: “ok ragazzi, annotato… potrà sembrarvi strano ma c’è qualcosa che può accontentarvi tutti… chi di voi conosce Titansgrave*?”

*andatelo a cercare, è uno dei Supporti più originali degli ultimi tempi, e anche se è in inglese è molto ben fatto

 

Questi sono i link ai precedenti articoli sul Masteraggio:

http://www.verynerdpeople.it/guida-al-masteraggio-prologo-e-introduzione/

http://www.verynerdpeople.it/guida-al-masteraggio-pt-2-sistemi-supporti-generi-gameplay/

http://www.verynerdpeople.it/guida-al-masteraggio-pt-3-supporti-di-gioco/

Vi è piaciuto l’articolo? Condividetelo e vi ricordiamo che potete seguirci anche su Facebook per rimanere sempre aggiornati!

Condividi su
KiriSan

Studente di Lingue Orientali a Venezia, classe ’93, appassionato di GdR, Manga, Anime e quasiasi cosa sia vagamente attinente alla magia e al fuoco. Sono un master di Pathfinder ed “esperto” (così mi piace definirmi) di mitologia giapponese.
I miei generi preferiti di manga sono l’Horror e il Sentimentale-Slice of Life, ma per gli anime preferisco gli psicologici e le harem-comedy.
Ho ricevuto molti nomi in vita mia, ma voi chiamatemi pure Kiri-San.