GeoNerd: cos’è lo Zombie?

Zombie

Zombie da “The Walking Dead”

 Salve cari lettori e benvenuti in questa primissima puntata di GeoNerd dove potrete apprendere nozioni su personaggi, mostri e luoghi presenti nei nostri amatissimi videogame, film, serie tv e quant’altro, perciò mettetevi comodi munitevi di una buona tazza di tè caldo e godetevi questo viaggio. Per la nostra prima avventura nel mondo nerd ci immergeremo nell’horror andando a scovare una misteriosa creatura che popola il mondo della superficie, una creatura poco letale ma che in branco può avere facilmente la meglio anche su cacciatori esperti, ho il piacere di presentarvi gli Zombie.
Lo zombie è un essere umano deceduto riportato in vita grazie a un sortilegio magico o un rito woodoo, questo secondo un’usanza haitiana; così fu anche per i primi film horror nei quali introducevano lo zombie come mostro principale evocato tramite rituali magici malvagi o riti woodoo, come nel film White Zombie 1932 (Isola degli zombi in Italiano), il precursore dei film americani sugli zombie in cui viene introdotto per la prima volta il concetto che sparare al cuore di uno zombie non lo uccide. In seguito si è preferito utilizzare virus creati in laboratorio o di natura sconosciuta per dar vita all’epidemia degli zombie tentando di rendere il tutto più plausibile, come in Resident Evil in cui il virus parte tutto da un laboratorio segreto dell’Umbrella Corporation sotto Raccoon City.

Gli zombie sono esseri solitamente lenti, goffi, privi di qualsivoglia sentimento, mancano di raziocinio, non provano dolore, paura, fame (anche se sono sempre alla ricerca di cibo) hanno un buon udito e un discreto olfatto ma sono generalmente miopi. Questi esseri possono essere fermati solamente con un colpo alla testa in modo da spegnere il loro cervello e far cessare le loro funzioni motorie.
La piaga degli zombie si diffonde solitamente attraverso il sangue di un infetto ad un essere umano ancora in vita (ad esempio tramite un morso), l’incubazione del virus quando il soggetto contaminato muore può variare da secondi a minuti o addirittura in rari casi in ore nel quale avverrà la trasformazione da cadavere a zombie regalando al soggetto una seconda vita. Lo zombie non ha bisogno di dormire anche se in certe situazioni lo si può trovare fermo in uno stato di dormiveglia in attesa di qualche fonte di rumore che lo desti o di un povero malcapitato che si avvicina troppo al presunto morto. Non si sa bene per quale strano motivo ma gli zombie, anche se non comunicano tra di loro e non hanno un capo che li comandi, tendono ad unirsi in branchi e spostarsi assieme da un luogo all’altro creando delle migrazioni inarrestabili di distruzione.

Tendenzialmente sono queste le caratteristiche che accomunano gli zombie di quasi tutti gli universi in cui ne fanno da padroni ma ci son pur sempre delle eccezioni vediamo ora assieme le più importanti.

Runner: gli zombie solitamente son lenti ma alcuni di essi hanno imparato a correre come facevano da vivi rendendo ostica la fuga specialmente quando ci si ritrova braccati da decine di questi adorabili amici (Resident Evil, Z Nation, World War Z )
Animali Zombi: solitamente uno zombie se morde un animale e quest’ultimo muore non si trasforma a sua volta in una bestia assetata di sangue perciò non preoccupatevi niente mucche zombie assassine in giro per la vostra città però caso vuole che in qualche serie anche gli animali diventino zombie al contagio (Resident Evil, Z Nation), riguardo agli insetti non si sa se anch’essi possano essere portatori del virus sennò saremmo spacciati, specialmente in estate quando arrivano le zanzare.
Zombie mutati: Questi tipi di zombie sono i più rognosi in assoluto specialmente perchè si discostano dai loro cugini lenti e senza cervello, ve ne sono di svariati tipi, radioattivi, grossi il doppio di un essere umano, intelligenti ma di loro ve ne parlerò nello specifico in altre puntate di GeoNerd.
Per concludere questo appuntamento di GeoNerd alcuni consigli per la sopravvivenza e l’abbattimento di queste adorabili creature
  • Colpite alla testa: se volete ucciderli quello è il loro punto debole, evitate sforzi e proiettili sul resto del corpo, per loro un braccio in meno o un proiettile nel cuore non fa alcuna differenza
  • Colpite sempre due volte: se non siete sicuri di aver messo la parola fine alla vita di uno zombie non risparmiate le forze e date un altro bel colpo alla nuca del malcapitato, meglio sforzarsi un attimo di più che diventare il loro pasto.
  • Se siete accerchiati salite in alto: gli zombie non son capaci di salire scale a pioli o muretti troppo alti perciò qual’ora sarete in difficoltà trovate un albero o qualcosa sopraelevato e fiondateci sopra in modo da rimanere al sicuro
  • Non abbracciateli: seppur gli zombie possono essere carini e coccolosi evitate di dargli il vostro affetto, in un primo momento sembrerebbe che contraccambino ma ve ne pentireste
  • Silenziosi: se non volete attirare tutti gli zombie nelle vicinanze evitate di mettervi a fare i pistoleri della situazione e approcciatevi in modo calmo e non rumoroso

 

Ora cari lettori siamo alla fine di questa prima puntata di GeoNerd se il documentario vi è piaciuto seguiteci e condividete sulla nostra pagina Facebook con il resto dei sopravvissuti queste nozioni sui vostri nuovi e cari amici di quartiere.

Condividi su