Gattaca – la porta dell’universo

 

gattaca 3

Buon fine settimana a tutti! Il film di oggi è “Gattaca – la porta dell’universo” (1997) di Andrew Niccol, impreziosito da un brillante cast formato da Ethan Hawke, Jude Law e Uma Thurman. Vediamo in breve la trama:

In un futuro non molto lontano la ricerca della perfezione non si limita più all’aspetto esteriore ma arriva ad estendersi alla parte di noi che più è difficile conoscere: la genetica. Un figlio nato naturalmente senza intervento della scienza che elimina ogni difetto dai possibili candidati al “figlio perfetto” (quando ancora sono un ovulo ed uno spermatozoo della madre e del padre) è considerato un non-valido perché sicuro candidato a malattie o imperfezioni comuni. Ma l’uomo non è solo una macchina che deve sopportare possibili malattie e vivere per quanto gli è concesso: l’uomo ha sogni e obiettivi ed è guidato dalla volontà e determinazione di raggiungerli. Così Vincent Freeman (Vincent -> vincente, Freeman -> Uomo libero – Ethan Hawke), un uomo non-valido (geneticamente parlando), cerca di far avverare il suo sogno di diventare astronauta. Fin dalla nascita gli è stata stata diagnosticata una probabilità di soffrire di debolezza cardiaca del 99% che prevede per lui una vita di massimo trenta anni. Vincent però è ostinato e per questo decide di provare ad entrare a Gattaca, un società aereo-spaziale, pur sapendo che i non validi non sono ammessi nel personale. Fallito il test genetico, nonostante la sua mente brillante, decide di comprare l’identità di Jerome Eugene Morrow (Jude Law) un valido che per un “incidente” è diventato paraplegico. Grazie al sangue di Jerome, le urine, unghie e altre parti che possono lasciare segni dei geni, Vincent, dopo una lunga trasformazione per assomigliare il più possibile a Morrow, riuscirà ad entrare nel programma spaziale e guadagnarsi l’importante missione verso Titanio. Tutto si complicherà però quando un ciglio di Vincent, il vero Vincent, viene ritrovato sulla scena del crimine dell’omicidio di uno dei direttori di volo. Nel frattempo Vincent-Jerome farà la dolce conoscenza di Irene (Uma Thurman), una sua collega non valida.

Gattaca- la porta dell'universo

Il film attraverso un’analisi fantascientifica della nostra società rivisita le imperfezioni della stessa. Questa è infatti caratterizzata dalla ricerca assidua dei difetti e del modo di eliminarli per arrivare alla perfezione. Non importa il quoziente intellettivo, non importa quanto sei preparato ma bensì quanto puoi durare per la società a cui servi senza creare intoppi: più perfetto sei, più duri. Gattaca propone però una ribellione a questo sistema incoraggiando la ricerca della propria individualità e incentivando un machiavellico (in senso positivo) impegno.  Alla fine non c’è gioia più grande che sapere che tutto ciò che abbiamo sognato, tutto ciò per cui abbiamo lottato affrontando e sfidando le leggi sia “naturali” che imposte da altri, si è avverato realizzando anche noi stessi. Ma non tutti coloro che sono nati per essere perfetti possono sopportare il peso delle responsabilità che questo comporta.

Dal punto di vista tecnico posso dire che è molto ben girato. Particolarmente interessante la colonna sonora che culla dolcemente lo spettatore. Trovo molto accattivante il cambio di sfumatura che hanno i flashback, sul giallo. Girellando su Internet ho trovato che il giallo è simbolo della conoscenza e dell’intelletto e che regola anche il battito cardiaco: coincidenze? Io non credo [cit.]. Ovviamente si scherza.

E visto che siete ragazzi che si interessano, senz’altro vi chiederete perchè il motivo della scelta di un nome che riconduce ad una sottospecie felina. Il nome GATtaCa è formato dall’accostamento della prima lettera di ognuna delle quattro basi azotate che compongono il DNA: Guanina, Adenina, Timina e Citosina.

Citazioni: Ci ho guadagnato di più io: non ti ho prestato che il mio corpo; tu mi hai prestato i tuoi sogni. (Jerome)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo e ti ricordiamo che puoi seguirci anche su facebook per rimanere sempre aggiornato.

Condividi su