Freddy vs. Jason – Scontro tra leggende

freddy-vs-jason-cabin

Eccoci a questa nuova recensione, oggi voglio parlare di un horror/slasher/action entrato nella storia per essere il primo crossover fra due saghe horror degli anni ’80 ovvero Nightmare e Venerdì 13 (di cui parlerò in articoli futuri); il crossover in questione è, per l’appunto, Freddy vs. Jason del 2003 diretto da Ronny Yu.

La trama è piuttosto semplice, Freddy vuole tornare a essere ricordato da tutti e ricominciare la sua opera di distruzione, per questo motivo decide di resuscitare Jason e di farlo agire a Elm Street ma, ben presto, il suo piano finirà per fallire; Jason non smette di uccidere e alla fine toccherà a Freddy cercare di fermarlo e porre fine al regno di terrore della sua creazione per cominciare, nuovamente, il suo.

Tutto il film ruota intorno allo scontro tra Freddy e Jason, uno scontro che mira ad essere epico e visivamente coinvolgente anche se, sfortunatamente, il film non brilla per originalità, tutto ciò che vediamo è stato riciclato dalle due saghe e fuso in questo crossover; hanno utilizzato gli scenari di entrambe le saghe, i tratti caratteristici dei due personaggi e alla fine la storia funge solo da pretesto per vederli in azione. Non c’è una particolare morale all’interno della pellicola, esso rappresenta l’ignoranza più pura, non ha un qualcosa da dire ma è fatto solo e unicamente per divertire lo spettatore e vi riesce egregiamente; la serietà di Jason e l’ironia di Freddy sono un’accoppiata perfetta, entrambi riempiono le lacune dell’altro creando un mix divertente che non stanca. Piccola nota dolente è l’uso delle parolacce, ormai diventato di uso comune in film di questo tipo e nonostante tutto rovinano l’opera anche se è rasentano la normalità in questo tipo di pellicole; ad alcuni possono sembrare divertenti facendo parte dell’ironia malsana di Freddy ma in alcune situazioni si potevano benissimo evitare.

I personaggi sono quelli caratteristici degli slasher, ragazzi, per lo più liceali, che diventano vittima dell’assassino di turno, in questo caso due assassini; fanno le cose più stupide e ridicole per essere fedeli al genere mentre i cattivi sono immutati. Freddy Krueger ha la sua ironia nera che lo contraddistingue, piccole battutine prima di uccidere le vittime mentre Jason è un assassino senza sentimenti, uccide su ordine della madre, serio e deciso in quello che fa.

Freddy-vs-jason

Gli effetti speciali sono sopra la media, ogni tanto si può notare l’uso della CGI per determinate scene ma non solo, le morti dei vari personaggi vengono anche realizzate senza la computer grafica utilizzando sangue finto, manichini e tutto ciò che può rendere l’esperienza più reale e coinvolgente.

La colonna sonora è un incrocio tra quella di Nightmare e Venerdì 13, in alcune scene sono presenti gli elementi del primo e in altre quelli del secondo per poi fondersi durante il combattimento finale tra i due protagonisti creando un qualcosa di diverso adattandosi molto di più al cinema action anche se, in questo contesto, è piuttosto azzeccato.

325664

In conclusione possiamo dire di trovarci davanti a un crossover in linea con i toni delle due saghe senza snaturare ne l’una nell’altra, per i fan questa pellicola è un evento straordinario mentre per altri può essere un modo piacevole di passare il tempo vedendo due icone dell’Horror uccidersi a vicenda in un Horror-Action stupido che, per sua fortuna, riesce a intrattenere senza annoiare e diverte, non avendo molte pretese se non dare al pubblico quello che cerca.

 

 

 

Se la recensione vi è piaciuto vi ricordi di condividerla e di commentare nello spazio sottostante per aprire un dibattito sull’argomento; inoltre vi ricordo che potete trovarci anche su Facebook per restare sempre aggiornati.

Condividi su