Cos’è veramente un gioco di ruolo da tavolo?

dal manuale "Mondo di Tenebra"

Dal manuale “Mondo di Tenebra”.

Chi di noi da bambino non ha mai voluto essere un impavido cavaliere o una bellissima principessa, oppure ,perché no, un’enorme drago sputa-fuoco o un vampiro, e potrei andare avanti con una lista infinita. Vivere sotto le spoglie di qualcun’altro in ambienti di fantasia di ogni tipo, dalla corte di re Artù a Gotham city, è un modo molto coinvolgente ed efficace di evadere dalla vita di tutti i giorni, se fatto a dovere, un pò come leggere un libro, dove però, il protagonista siete voi, e voi create la storia della vostra vita e delle persone che vi stanno attorno. Oggi come oggi esistono molti modi per giocare di ruolo, anche se i giochi da tavolo stanno perdendo terreno in favore dei videogiochi, i così detti RPG. Ma la vera essenza del gioco di ruolo la si coglie solo quando ci si riunisce con i propri amici attorno ad una tavola e si dà vita alle proprie immaginazioni. Se il mondo dei giochi di ruolo da tavolo vi affascina, avete bisogno di 5 cose per iniziare a giocare.

 

1: La prima e la più importante è trovare dei compagni d’avventura.

Prima di tutto cercare di introdurre gli amici più stretti al mondo dei giochi di ruolo se non lo conoscono, altrimenti chiedere se hanno voglia di provare a giocarci, e non spaventatevi, non è un’impresa titanica basta avere la voglia di divertirsi tutti insieme attorno ad un tavolo. Altrimenti esistono molti forum sui giochi di ruolo dove potete cercare un gruppo vicino a voi, oppure scrivete voi un annuncio per cercare altri giocatori, chi sa magari il vostro party sta proprio dall’altra parte della strada.

 

2: Secondo, cercare un gioco adatto al gruppo.

Esistono moltissimi giochi di ruolo e sono tutti diversi tra loro, prima di buttarsi a pesce su uno che vi ispira sentite il parere del resto del gruppo. Alcuni giochi saranno più adatti di altri al vostro numero di giocatori, per di più quest’ultimi potrebbero voler provare un gioco ambientato ai giorni nostri in un contesto Dark fantasy, come per esempio,” Mondo di tenebra”, oppure vogliono buttarsi in un fantasy classico pieno di guerrieri e maghi, fra tutti il famoso “Dungeons & Dragons“.

 

3: Terzo, procurarsi il materiale.

Esistono numerosi negozi specializzati che si occupano di giochi di ruolo, giochi di carte, e altre cose simili. Trovarne uno nelle vostre vicinanze non dovrebbe essere difficile. Inoltre su internet potete trovare senza sforzo molti articoli che per un motivo o per un’altro non siete riusciti a reperire in negozio.

 

4: Quarto, mettere le cose in chiaro

Che significa mettere le cose in chiaro? Significa far capire a tutti i giocatori che per giocare ad un gioco di ruolo bisogna riunirsi tutti insieme, ad intervalli possibilmente regolari, in un posto accessibile facilmente a tutti. Perciò salvo urgenze i giocatori si dovrebbero impegnare a presentarsi all’appuntamento prestabilito, a differenza di un’uscita con gli amici per prendere un gelato e fare una passeggiata, un pomeriggio dedicato al gioco di ruolo può risultare frustrante se uno o più partecipanti non lo prendono con un minimo di serietà e si distraggono continuamente o si mettono a tormentare il proprio cellulare, oppure non si presentano del tutto. Bisogna rendersi conto che partecipare all’attività del gioco di ruolo è anche un impegno, se si è consapevoli di non essere in grado di sostenerlo non va intrapreso, altrimenti si rovina l’esperienza di gioco anche agli altri partecipanti che saranno costretti a rimpiazzare il personaggio oppure a rimandare l’incontro.

 

5: Quinto. chi sarà il narratore?

Il narratore è quel giocatore che deciderà non di crearsi il proprio personaggio e sedersi accanto agli altri, ma che creerà la trama della storia, che impersonerà tutti gli altri personaggi, che racconterà agli altri quello che succede mentre loro si tuffano nell’avventura. Sarà colui che plasma l’intero mondo di gioco a suo piacimento per permettere ai giocatori di vivere sfide ed emozioni sempre nuove. Questo è il ruolo più difficile in assoluto, un narratore alle prime armi non si deve abbattere se i primi tentativi non vanno bene, ma deve continuare a provare e far tesoro dei propri errori. I requisiti per fare il narratore sono fondamentalmente 2: avere molta fantasia ed essere bravi ad improvvisare, perché non si sa mai cosa il vostro gruppo potrebbe inventarsi per farvi dannare.

Una volta stabiliti tutti questi punti sarete pronti per giocare di ruolo. Vi auguro buon divertimento e sopra a tutto, tanta tanta fortuna, vi servirà!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo e ti ricordiamo che puoi seguirci anche su facebook per rimanere sempre aggiornato!

Condividi su

Videogiocatore, lettore e giocatore di ruolo da tavolo molto appassionato, nato nel 96 attualmente frequentatore di una scuola superiore a Scandicci in provincia di Firenze.