“Cosa accadrebbe se?” di Randall Munroe

51zgoCRqWlL._SX387_BO1,204,203,200_

 

Mi è capitato di incappare in questo libro girando per la Rete. Su Facebook ho notato che un tizio lo aveva acquistato e lo stava ostentando sulla sua pagina, fresco di pubblicazione dell’editore Bompiani. Autore: Randall Munroe, un giovane fumettista e laureato in fisica (wow!) già collaboratore della NASA. Dalla sua parte una grandissima brillantezza e una freschezza non comune. E ovviamente una preparazione scientifica invidiabilissima, ma anche una capacità divulgativa meritevole di un elogio genuino.

Sottotitolo: “risposte scientifiche a domande ipotetiche assurde”. E già questa precisazione crea un campo magnetico attorno al libro, un campo magnetico di tutto rispetto. Intensissimo. Ed è stato proprio questo effetto calamita a spingermi alla lettura del libro, una naturale e innata attrazione per le cose strane, inusuali, diciamo esotiche. Ma un ruolo determinante è stato svolto anche dall’apparato iconografico: una serie di esilaranti vignette disegnate con scarna sobrietà e pungente ironia. Insomma un corredo ottimo per un libro intelligente. E forse il maggior pregio di questo volume è proprio la leggerezza della forma a dispetto di un contenuto molto pesante, pesante nel senso migliore della parola. I temi trattati sono infatti di interesse scientifico, come il sottotitolo suggerisce, e nonostante un incalzante sarcasmo che alle volte sfiora l’eccesso, la trattazione è sempre agile e mai indigesta.

Randall Munroe

Finalmente una divulgazione scientifica snella, accattivante e nei limiti della sue possibilità anche arricchente. Un ritmo che non permette al lettore di calare la testa o di annoiarsi, una struttura che consente anche di suddividere la lettura in più fasi, perché ogni assurda domanda è posta in una sorta di capitolo a sé stante.

Cattura l’attenzione di un vasto pubblico, a mio avviso, anche di un pubblico molto giovane proprio per via di una fruibilità davvero trasversale e di una facilità di lettura molto democratica. Non crediate certo di diventare degli scienziati leggendo questa pubblicazione: si tratta piuttosto di un piacevolissimo divertissement di carattere scientifico. L’obiettivo di Munroe, probabilmente, è il divertimento, soprattutto un divertimento edificante, che lasci qualcosa.

Cosa accadrebbe se la Terra e tutti gli oggetti terrestri improvvisamente smettessero di girare ma l’atmosfera mantenesse la sua velocità?

Cosa accadrebbe se ciascuno di noi in realtà avesse solo un’anima gemella, una persona a caso dispersa da qualche parte nel mondo?

Cosa accadrebbe se tutti sulla Terra stessero più vicini possibile e saltassero riatterrando tutti sul terreno nel medesimo istante?

Dite la verità: ve lo siete sempre chiesto. Ebbene, se proprio non riuscite a reprimere l’esigenza di conoscere le risposte a domande di questo tipo, questo libro è un acquisto che non potete mancare.

 

Vi è piaciuto il mio articolo? Condividetelo!!!

Cicero

Sono un accanito lettore. Condividerò con voi alcune mie riflessioni e cercherò di invitarvi alla lettura. Ché è meglio.

Condividi su