Bumblebee: il capitolo che mancava

Ammettiamolo, quando si parla di Transformers ci viene subito in mente il piccolo e taciturno Autobot giallo Bumblebee. L’abbiamo seguito appassionatamente in tutti i cinque film della saga, ma qual è la sua storia e com’è arrivato sulla Terra? Ve lo siete mai chiesti? Se la risposta è no, siete sempre in tempo per redimervi, se siete dei tipi curiosi e la risposta è sì, be’, nel 2018 Travis Knight ha risposto alle vostre domande dirigendo lo spin-off Bumblebee (unexpectable…), prequel del primo film della saga. Universal Pictures Home Entertainment ha recentemente distribuito un’edizione DVD e blu-ray del film, permettendoci così di vedere questo piccolo gioiellino in una qualità perfetta. Ma vediamo brevemente la trama: 

1987. Il soldato della resistenza Autobot B-127 arriva sul pianeta Terra, sfuggendo alla loro quasi inevitabile sconfitta su Cybertron da parte dei Decepticon, con la missione di creare una base segreta per gli altri ribelli. Scoperto dagli umani e da un Decepticon che lo aveva seguito, viene ferito perdendo le corde vocali e di conseguenza, ormai privo di forze e gravemente danneggiato, si trasforma in un maggiolino Volkswagen giallo e interrompe la sua attività, in attesa. Dopo poco tempo viene trovato da Charlie (Hailee Steinfeld), una ragazza di diciotto anni orfana di padre, che lo riattiva e lo soprannomina “Bumblebee”, ispirandosi ai suoi colori simili a quelli di un bombo. Ma riaccendendolo, Charlie, ha anche inavvertitamente rivelato la posizione del suo nuovo amico.

La sinossi del film ricorda molto le vicende del primo capitolo (Transformers, Michael Bay, 2007) per quanto riguarda il rapporto tra Bumblebee e un adolescente (Sam nel primo e Charlie in questo) che lo aiuta a fronteggiare i Decepticon a fianco del leader della resistenza Autobot, Optimus Prime. La narrazione fresca, semplice, scorrevole con momenti talvolta toccanti si alterna ad esplosioni, fuoco, scintille, cavi e motori tanto cari al pubblico della saga. La resa del blu-ray è fantastica, la computer grafica è al meglio della qualità video disponibile al momento per questo formato anche su televisioni non proprio recenti (come la mia). In più nel blu-ray (o DVD) troverete più di un’ora di contenuti speciali tra scene tagliate e approfondimenti sul making of dei Transformers.

Buona visione! 

Vi è piaciuto l’articolo? Condividetelo e vi ricordiamo che potete seguirci anche su Facebook e Instagram per rimanere sempre aggiornati! 

 

Condividi su